Educazione Ambientale - Servizio Scuola

giovedì 22 marzo - 2001 - Abruzzo

Giornata mondiale dell'acqua: "acqua e salute"

DOCUMENTI
Presentazione e Storia
Programma nazionale
Le Sorgenti individuate dal Corpo Forestale dello Stato
Iniziative nella provincia di Teramo
Dati conclusivi nella provincia di Teramo
Convenzione Cai - Corpo Forestale dello Stato


Nel 1993 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha indicato nella giornata del 22 marzo di ogni anno la "Giornata mondiale dell'acqua", raccogliendo le raccomandazioni dell'Agenda 21.
Al tema 2001: ACQUA e SALUTE, per il primo anno ha aderito anche l'Italia.
L'organizzazione è stata curata dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali d'intesa con i Ministeri della Sanità e della Pubblica Istruzione.
Il programma ha individuato tre significativi momenti articolati su tutto il territorio nazionale: "Cento sorgenti d'Italia", "Impianti porte aperte" ed "Io e la fontana"
Gradita la "proposta escursionistica", consigliata dal Club Alpino Italiano, con il raggiungimento delle località a piedi. L'escursionismo è attività che avvicina in modo naturale alla scoperta del territorio, ne consente l'interpretazione ed è un sano e sicuro esercizio fisico.
L'iniziativa nazionale è stata raccolta dal Laboratorio Territoriale dell'Istituto Tecnico per Geometri "C.Forti" di Teramo che ha svolto quale polo provinciale del Provveditorato agli Studi di Teramo, un'attività di promozione e di coordinamento tra scuole ed enti.
Essenziale il ruolo cardine del Corpo Forestale dello Stato, sia all'esterno, sia all'interno del Parco (in questo caso come Coordinamento Territoriale Ambientale con compiti di sorveglianza e di indirizzo) nella scelta delle località e nella distribuita organizzazione della giornata.
La proposta educativa ha coinvolto scuole di ogni ordine e grado con l'interessante possibilità di continuare le attività "adottando" monumenti e località.
Nella provincia di Teramo oltre 1200 gli alunni interessati direttamente con le uscite in ambiente ai quali aggiungere quelli che hanno avuto riscontro, a scuola, di quanto proposto e svolto. Circa 50 le classi coinvolte tra le scuole elementari, medie e superiori. Oltre 100, tra insegnanti e genitori, gli accompagnatori dei numerosi gruppi scolastici. Sono solo alcuni dei dati per una giornata partecipata e condivisa, con attività ed escursioni che, dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, si sono estese alla città di Teramo ed alla fascia collinare e pedemontana.